La Polisportiva Alpe Cimbra, costituitasi nel 2018, rappresenta la naturale continuazione dell’Unione Società Sportive Altipiani Folgaria e Lavarone (USSA), che è stata fondata più di trentadue anni orsono.

All’epoca suglialtipiani esistevano diverse società sportive, ognuna indipendente e con proprio statuto, che organizzavano e seguivano la disciplina del proprio settore.

Nell’anno 1984,Mauro Marzari (Maurone) che sicuramente aveva una visione intraprendente e lungimirante di quello che si poteva realizzare unitariamente sui nostri territori, iniziò a gettare le basi per verificare se c’èrano i presupposti per costituire un’unica società sportiva.

Il primo passo è stato quello di dedicarsi al settore giovanile della disciplina del calcio, coinvolgendo tutti i ragazzi degli altipiani per partecipare ai campionati organizzati dalla Federazione Provinciale di competenza.

La nuova società è stata denominata “U.S. Altipiani Calcio Folgaria e Lavarone” e il direttivo era composto dal Presidente Mauro Marzari e dai dirigenti Lisimberti Fabiano, Dalprà Ermanno, Lanzini Mauro e Pacher Angiolino.

Questo passaggio è stato il preludio per costituire un’unica società sportiva che doveva raggruppare tutte le varie discipline del territorio e in particolare: per il calcio – l’a.c. Lavarone – per lo sci – gli sci club Lavarone e Folgaria – per il tennis – i circoli Tennis di Lavarone e Folgaria e per la pallavolo il g.s. Pallavolo Lavarone.

Inconseguenza degli accordi intercosi con i vari rappresentanti delle singole società il 21 luglio 1986, davanti al notaio Avella, è stata pertanto formalizzata la costituzione dell’USSA e naturalmente è stato firmato lo statuto da parte delle seguenti persone:

  • Bertoldi Franco, Presidente dello Sci Club Lavarone;
  • Corradi Aldo, Presidente del Circolo Tennis Lavarone;
  • Dossi Silvano, Presidente del G.S. Lavarone;
  • Gelmi Dario, Presidente dello Sci Club Folgaria;
  • Lanzini Enzo, Presidente dell’A.C. Lavarone;
  • Lanzini Mauro, dirigente dell’A.C. Lavarone;
  • Dalprà Ermanno, dirigente dell’U.S. Altipiani Folgaria e Lavarone;
  • Marzari Mauro, Presidente dell’U.S. Altipiani Folgaria e Lavarone;
  • Pacher Angiolino, dirigente dell’U.S. Altipiani Folgaria e Lavarone;
  • Rebecchi Alberto, Presidente del Tennis Club Folgaria.

Il primo Consiglio Direttivo dell’Ussa era costituito da due rappresentanti per ogni società aderente, da un rappresentante del Comune di Folgaria e uno del Comune di Lavarone, da un rappresentante dell’Azienda di Soggiorno e da un rappresentante della Cassa Rurale di Folgaria.

Naturalmente Presidente è stato nominato Mauro Marzari e vice presidenti Bertoldi Franco e Gelmi Dario. Infine i segretari organizzativi sono stati individuati nelle persone di Mauro Lanzini e Agnese Targher. La sede è stata individuata presso il Circolo Culturale di Nosellari, nella località omonima, in via Giovanni Prati. I primi Uffici operativi sono stati aperti a Folgaria, presso l’Apt e in Piazza Milano a Lavarone.

Una volta costituita l’USSA nel novembre del 1987, è stata la volta dello sci alpino, che ha fondato lo Ski Team Altipiani Folgaria-Lavarone e primo Presidente è stato nominato Franco Bertoldi e responsabile organizzativo Carbonari Ruggero. Lo sci nordico ha invece mantenutola denominazione Sci Club Folgaria e Presidente era Dario Gelmi.

Nell’anno 1988 è stato il turno del settore calcio che da a.c. Lavarone è diventato U.S. Altipiani Calcio Folgaria-Lavarone, di fatto fondendosi con la società del settore giovanile che aveva anticipato questo importante processo di unificazione; primo presidente è stato eletto Enzo Lanzini.

In seguito anche le altre discipline sportive sono convogliate nell’USSA e tra queste il Volley che da gs Lavarone si è trasformato in Volley Altipiani e il circoli Tennis di Lavarone e di Folgaria che hanno mantenuto la stessa denominazione. Qualche anno dopo hanno aderito anche i Cicloamatori di Folgaria e gli Aeromodellisti di Folgaria.

Il Presidente Maurone è stato Presidente di questa importante realtà degli Altipiani fino al 4 marzo 2005, data della sua improvvisa scomparsa.

E’ quindi subentrato per tre anni Mauro Lanzini e in seguito Ivan Pergher. Da due anni il nuovo Presidente è Sandro Marchesi.

Questa, in sintesi, la storia dei personaggi e delle società che hanno contribuito alle fortune dell’Unione Società Sportive Altipiani Folgaria-Lavarone. Molti non sono stati citati ma un ringraziamento va esteso indistintamente a tutti per il contributo, anche silenzioso, che hanno saputo fornire. In particolare ai dirigenti,che oltre a primeggiare nelle loro discipline, hanno sempre collaborato per manifestazioni ed eventi di ogni genere tenendo sempre alto il nome e il prestigio dell’USSA. Una menzione particolare la meritano Agnese Targher, Paola Donà e Alberta Bertoldi che hanno sempre collaborato con Maurone, soprattutto per la parte di segretaria pura nei tempi pioneristici delle macchine da scrivere, ma anche al “maresciallo” Longo che è stato coinvolto dal Presidentissimo per eccellenza e che attualmente rappresenta un riferimento indiscusso.

In merito all’attività svolta precisiamo che l’Ussa dopo un inizio difficoltoso è cresciuta in modo esponenziale diventando un punto di riferimento per tutte le società degli altipiani. In particolar modo, in considerazione delle crescenti difficoltà burocratiche, ha sempre curato il settore finanziario ed economico, la parte fiscale,la gestione degli impianti sportivi, i rapporti con enti istituzionali locali e provinciali, i rapporti con le squadre professionistiche. Inoltre ha provveduto all’acquisto e alla gestione di tantissime attrezzature, in primis i pulmini necessari per lo svolgimento delle varie attività sportive. Tutte questi impegni sono stati affrontati non dimenticando lo scopo iniziale e in particolare di quanto recitava l’ex art. 2 dello statuto originario e cioè:

L’Associazione ha lo scopo di creare la migliore solidarietà fra tutte le associazioni sportive degli Altipiani di Folgaria e Lavarone per la migliore tutela degli interessi dalle stesse tutelati, nonché di ideare, organizzare e realizzare ogni iniziativa che possa favorire il progresso delle attività sportive sul territorio degli Altipiani di Folgaria e Lavarone, suscitando l’interesse, la partecipazione e la collaborazione di tutta la popolazione e delle Autorità, esclusa qualsiasi finalità di lucro.”